Ora d'inizio:21:00

Ora di fine:23:00

Location: Exfila

Tracce: Diritti, Immigrazione.

Proiezione de “L’ordine delle cose”

Corrado è un alto funzionario del Ministero degli Interni italiano specializzato in missioni internazionali contro l’immigrazione irregolare. Il Governo italiano lo sceglie per affrontare il problema dei viaggi illegali dalla Libia verso l’Italia. Missione molto complessa, la Libia post-Gheddafi è attraversata da profonde tensioni interne e mettere insieme la realtà libica con gli interessi italiani ed europei sembra impossibile. Corrado si muove tra stanze del potere, porti e centri di detenzione per migranti. Ad un certo punto infrange una delle principali regole di autodifesa di chi lavora al contrasto dell’immigrazione: mai conoscere i migranti, considerarli solo numeri. Corrado, invece, incontra Swada, una donna somala che sta cercando di scappare dalla detenzione libica e di attraversare il mare per raggiungere il marito in Europa. Come tenere insieme la legge di Stato e l’istinto umano di aiutare qualcuno in difficoltà? E’ forse la domanda più angosciante, per Corrado e per lo Stato, ma in fondo per ciascuno di noi. Il film di Segre tocca le questioni ultime, quelle fondamentali, dei nostri tempi.